Resta estremamente controversa la diffusione in Europa di organismi geneticamente modificati (Ogm): gli agricoltori sono riluttanti a coltivarli, l’opinione pubblica è sempre più negativa, e diverge in modo sensibile l’interpretazione sull’applicazione della normativa europea tra gli stati membri e l’industria. È il quadro che emerge dalla seconda relazione messa a punto dalla Commissione europea e destinata al Consiglio e al Parlamento dell’Ue, sull’esperienza degli stati membri in relazione agli organismi geneticamente modificati immessi sul mercato, in base alla direttiva Ue del 2001.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)