Si è conclusa dopo tre anni e con una sentenza che condanna l’Alitalia al risarcimento dei danni per overboobking, la causa civile che vedeva contrapposti una coppia di Ferrara e la compagnia aerea. I coniugi si erano rivolti al Movimento Difesa del Cittadino perché nell’agosto 2003, di ritorno da una vacanza in Grecia, non riuscirono ad imbarcarsi sul volo che Atene li avrebbe condotti a Roma perché già partito. L’inconveniente costrinse i coniugi a restare un giorno ad Atene, seppur ospiti di Alitalia.

Nonostante i legali di Alitalia abbiano più volte, nel corso del dibattimento, rifiutato di riconoscere i danni ai coniugi in quanto "erano in overbooking e conoscevano le clausole dei questa forma contrattuale", il Giudice di Pace di Ferrara ha ritenuto la compagnia aerea responsabile per i danni subiti dalla coppia condannandola al pagamento di 1200 euro e a tutte le spese legali della vicenda. "Si tratta – ritiene l’avvocato Gianni Ricciuti, legale di MDC – di una delle prime affermazioni di diritto in materia di risarcimento da overbooking, una pratica che dovrebbe essere rivista da tutte le compagnie del mondo. Ciò che abbiamo voluto affermare – conclude l’avvocato – come associazione dei consumatori, è il diritto ad un risarcimento contro una pratica anomala ma attuata da sempre"


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)