L’Abi ha deciso di ricorrere presso le autorità italiane e la commisione Ue contro Poste per gli aiuti di stato che arrivano alla stessa Spa attraverso il conto acceso presso il Tesoro remunerato al 4,35%, un tasso "fuori mercato di oltre 200 punti base". Un altro ricorso presso le stesse autorità sarà presentato dall’Abi contro il collocamento in esclusiva dei titoli di risparmio postale emessi da Cdp "lesivi della concorrenza, secondo l’associazione".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)