Parte, con la sigla del protocollo d’intesa tra Regione Emilia-Romagna, Unioncamere, Anci e Upi, l’attivita’ dell’Osservatorio regionale dei Prezzi e delle Tariffe, da realizzare in collaborazione con il Ministero delle Attivita’ produttive e Istat, e che ha coinvolto fin da subito tutte le associazioni di categoria e i sindacati.

Obiettivo primario della ricerca dell’ Osservatorio e’ dare ai consumatori una corretta e completa informazione, nonche’ studiare i diversi profili di consumo rispetto alle attese dei cittadini, tracciando un quadro di quali consumi siano percepiti come necessari e quali siano quelli piu’ desiderati, cogliendo tendenze e prospettive per il futuro.

Il capo di gabinetto della presidenza, Bruno Solaroli, ha sottolineato che:"Si tratta di una delle prime iniziative a livello nazionale che coinvolge un tale numero di soggetti con l’obiettivo di fornire un quadro realistico della situazione regionale. Era un’esigenza avvertita da tempo e che oggi viene avviata con l’impegno della Regione e di tutti i soggetti coinvolti".

L’assessore regionale alle attivita’ produttive Duccio Campagnoli, che ha firmato l’accordo in sostituzione del presidente Errani, ha esaltato il valore della cooperazione istituzionale tra i vari soggetti per la realizzazione dell’Osservatorio: "Un’iniziativa fortemente voluta dalla presidenza con l’obiettivo di realizzare una politica di informazione per la trasparenza dei prezzi nei confronti dei consumatori, ma anche a supporto dei molti accordi di autoregolamentazione dei prezzi avviati da vari Comuni dell’Emilia-Romagna". "Con questa strumentazione – ha aggiunto l’assessore – si puo’ inoltre delineare una politica per i prodotti ortofrutticoli regionali, grazie all’analisi non solo dei prezzi ma anche delle quantita’ vendute. In questi giorni abbiamo anche istituito il coordinamento regionale dei centri e dei mercati agroalimentari che, a partire da questa iniziativa, svilupperanno le loro funzioni per qualita’, sicurezza, promozione dei prodotti del settore".

Infine Campagnoli ha sottolineato la possibilita’, attraverso la nascita dell’Osservatorio, di dare risposte ai bisogni e alla lotta alla poverta’ (che in Emilia-Romagna interessa il 4% della popolazione, un dato inferiore alla media nazionale del 7%) con la possibilita’ di concretizzare i mercati dell’ultimo minuto, a partire dalle esperienze gia’ realizzate come quella del Banco Alimentare.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)