Il caro vita rende più dispendioso accudire cani e gatti domestici. L’aumento di spesa per scatolette, alimenti, toletta e spese mediche necessari per tenere al top cani e gatti di casa nostra è pari a oltre il 60% dal 2001 a oggi. In un mercato che muove un giro d’affari di circa 10 miliardi annui, accudire un cane costa oltre 1400 euro l’anno, mentre per un gatto servono almeno 500 euro. A fare il punto su queste spese – insieme alla denuncia di un aumento del 18% di abbandoni per gli amici a quattro zampe – è l’Adoc, che sottolinea come in un solo anno i rincari siano pari all’8%.

Spiega il presidente Carlo Pileri: "Occuparsi di un cane costa, in media, 1466 euro l’anno, pari praticamente a una mensilità di stipendio, tra alimenti, accessori e spese mediche, mentre per un gatto si spendono poco meno di 550 euro l’anno. Rispetto allo scorso anno gli aumenti maggiori si registrano per le scatolette, +10% per quelle dei felini, +12,5% per i migliori amici dell’uomo. Stabile il costo della toletta, sono invece in rialzo i costi degli antiparassitari (+8%) e delle visite mediche di routine, cresciute del 3,3%. La spesa è aumentata in media del 62% dall’introduzione dell’euro, circa il 6% ogni anno. Nel 2001, infatti, per mantenere un cane di media taglia bastavano circa 1000 euro l’anno, per un gatto servivano massimo 300 euro. Senza contare che circa il 10% della spesa per gli amici a quattro zampe finisce nella pattumiera: dalle nostre indagini risulta che il 7% dei prodotti alimentari acquistati non viene utilizzato, perché scaduto o ‘non gradito’ dall’animale, mentre c’è uno spreco di medicinali di circa il 3%. La causa principale è il mal confezionamento, non conforme alla terapia prevista".

L’associazione denuncia il fenomeno dell’abbandono degli animali. In crescita, nonostante le campagne per evitare che cani e gatti finiscano in strada. "Nell’ultimo anno abbiamo registrato un aumento del numero degli abbandoni, solo a Roma si parla del 25% in più rispetto allo scorso anno, a livello nazionale la media è del 18% in più – afferma Pileri – in Italia sono più di 300mila gli animali abbandonati ogni anno, di questi circa 20mila perdono la vita soprattutto durante i mesi estivi".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)