A partire dal mese in corso il Comune di Cagliari, dopo essere stato inserito tra le "città-campione" autorizzate all’elaborazione autonoma ed alla diffusione dei prezzi al consumo, renderà noti i dati degli stessi alla popolazione, su diretta autorizzazione dell’Istat. "L’obiettivo -ha rilevato Edoardo Usai, assessore alla Pubblica istruzione, informatica e statistica, – èdi fornire ai consumatori informazioni precise e dettagliate sulle variazioni dei prezzi medi, in modo da aiutarli a compiere scelte più consapevoli e, per quanto possibile, a risparmiare".

Da oggi verranno divulgati i prezzi medi di 75 prodotti di largo consumo, scelti tra frutta e verdura, altri generi alimentari, casa e igiene, carburanti, abbigliamento, servizi. Saranno pubblicati vari dati, quali il numero di prezzi rilevati, quotazione minima e massima, la media delle quotazioni, l’indice di variazione della media rispetto al mese precedente.

Si tratterà di un’attenta analisi effettuata sui beni che più gravano sulla spesa delle famiglie, che aiuterà i cittadini di Cagliari a confrontare agevolmente prezzi e variazioni. "A conferma dell’attendibilità di questi dati- fa presente il dirigente del Servizio Informatica e Statistica Claudio D’Aprile- per ogni tipologia merceologica èprevisto un numero minimo di rilevazioni e, quando queste non fossero ritenute abbastanza rappresentative, la media dei prezzi non sarà calcolata".

L’informazione avverrà ogni mese immediatamente dopo l’approvazione ufficiale del indici da parte dell’Istat, e sarà diffusa anche sul sito del Comune.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)