La Cia (Confederazione italiana agricoltori) e il Coordinamento dei "Comitati per la IV settimana" hanno siglato un accordo per costituire presso i supermercati punti di vendita diretta da parte degli agricoltori e per avviare iniziative comuni al fine di calmierare i prezzi dei prodotti agroalimentari. L’aumento vertiginoso del costo della vita – affermano le due organizzazioni – dai generi di prima necessità alle tariffe- falcidia in maniera drammatica il potere di acquisto dei cittadini, soprattutto quelli delle fasce più deboli (pensionati in particolare), determinando un profondo disagio. Ormai è assodato che molti, con il loro reddito, non riescono ad arrivare alla fine del mese.

In particolare, obiettivo dell’intesa è sviluppare accordi affinché predispongano aree attrezzate per la vendita diretta che siano facilmente accessibili sia ai produttori agricoli che ai consumatori. Queste aree – prosegue la nota – devono essere dotate dei servizi fondamentali e fruibili da tutti i cittadini. In tal senso va svolta anche un’informazione precisa da parte degli stessi Comuni.

Il Coordinamento dei "Comitati per la IV settimana" ha annunciato per il prossimo primo aprile la manifestazione nazionale "Caro-vita day". Vi saranno iniziative all’esterno dei centri commerciali e dei supermercati per rivendicare l’abbattimento dei prezzi e sensibilizzare l’attenzione verso la vendita diretta da parte degli agricoltori. Iniziative alle quali -come ha assicurato Politi- anche la Cia intende dare il suo contributo.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)