Quanto costa un caffè al bar? La domanda non è scontata perché, anche per la bevanda più popolare d’Italia, i prezzi non sono tutti uguali. E le differenze non passano solo fra il centro e la periferia di qualunque città, ma anche fra città e città del Belpaese. Col risultato che un caffè può costare un euro a Ravenna o 72 centesimi a Caserta. Sempre che non si sia un turista in gita in qualche bar di Roma, dove può capitare di vedersi staccare uno scontrino pari a 4 euro e 50 centesimi a tazzina.

L’Osservatorio Prezzi dell’associazione Codici ha stilato la mappa dei costi di una tazzina di caffè nei bar delle città italiane: Ravenna risulta la città più cara, Reggio Calabria e Caserta sono le città più economiche con 72 centesimi in media. "Le città nelle quali la tazzina raggiunge l’euro, oltre a Ravenna e Bolzano – spiega Codici – sono Belluno, Piacenza, Bologna, Roma, Rimini, Rovigo, Cremona, Ferrara, Torino, Trento, Forlì e La Spezia. Molte città del sud Italia, invece, applicano prezzi più accettabili: si va, infatti, dai 0,72 € ai 0,73 € di Bari, 0,76 € di Campobasso, 0,78 € di Potenza, Caserta e l’Aquila, 0,81 € di Ascoli Piceno e 0,82 € di Palermo e Napoli".

Si tratta di prezzi medi. "Non mancano casi incredibili in cui bere una tazzina di caffè arriva a costare anche 4,50 euro – ricorda l’associazione – E’ quanto accaduto a Roma, la segnalazione è di due turisti che per due tazzine di caffè, consumati al banco in un bar di Roma, hanno speso, loro malgrado, 9 euro".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)