Secondo i dati della spesa farmaceutica elaborati e diffusi da Federfarma, relativi ai primi nove mesi del 2005, la spesa farmaceutica netta a carico del SSN – Servizio Sanitario Nazionale – si è attestata a circa 8.698 milioni di euro, diminuendo del -3,8% rispetto allo stesso periodo del 2004. In particolare nel periodo gennaio – settembre si è registrato un incremento, seppure minimo, del numero di ricette, pari all’1,4% per complessivi 355 milioni, raggiungendo in media 6,14 ricette per ogni cittadino italiano; una riduzione del costo medio lordo e netto della ricetta (rispettivamente -3,2% e -5,1%), con una incidenza del ticket del 4%, in calo rispetto allo stesso periodo del 2004, quando era pari al 4,5%, grazie all’impatto della riduzione dei ticket in alcune Regioni.

Nei primi nove mesi le farmacie hanno versato al servizio sanitario nazionale oltre 500 milioni di euro sotto forma di sconto, arrivando a pagare, a fine anno, per il solo 2005 oltre 700 milioni di euro. Tuttavia, malgrado si preveda per novembre e dicembre un aumento della spesa a seguito dell’abolizione dello sconto del 4,12% a carico dell’industria, la spesa si dovrebbe attestare su livelli inferiori a quelli del 2004, pur considerando che il risparmio ottenuto quest’anno (grazie allo sconto a carico dell’industria e alla riduzione dei prezzi di alcuni farmaci operata dall’AIFA) servirà a coprire la parte dello sforamento 2004 a carico dell’industria (60 per cento del totale), anche nel 2005 si assisterà a un notevole superamento del tetto di spesa previsto.

Per quanto riguarda, infine, i consumi farmaceutici, la ricerca evidenzia sostanziali spostamenti di prescrizione da un principio all’altro, in particolare essa mostra come farmaci a brevetto scaduto stiano sostituendo farmaci ancora coperti da brevetto e quindi più costosi. A tal proposito è significativo rilevare che nel periodo gennaio-settembre 2005 tale sostituzione ha prodotto ben 130 milioni di euro di risparmio senza che la salute degli italiani ne risentisse in alcun modo, evitando anzi pesanti effetti collaterali.

Per ulteriori approfondimenti, i dati completi sono pubblicati sul sito www.federfarma.it alla voce ‘spesa e consumi farmaceutici’.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)