Ammontano a circa 45 i prodotti da banco in promozione nelle farmacie su cui sarà applicata, da domani fino al 6 marzo, la riduzione prevista dall’accordo siglato tra il Comune di Palermo e l’Utifarma (Unione Sindacale Titolari di Farmacia della Provincia di Palermo). E’ l’iniziativa "Farmamica", campagna contro il carovita a cui, finora, hanno aderito 119 farmacie palermitane.

Sconti quindi per cerotti, garze, bende, cotone idrofilo e alcool. Per quanto riguarda i prodotti per l’incontinenza, sono previsti sconti su pannoloni sagomati e rettangolari, pannoloni-mutandina e traverse salva-materasso. E ancora: contenitori per analisi, siringhe, profilattici, test di gravidanza e termometri. Per le forniture sanitarie per l’infanzia, in promozione vi sono: bagnoschiuma, shampoo, detergenti, biberon, tettarelle, giocattoli, sterilizzatori, tiralatte e coppette assorbi-latte per le neo-mamme. Riduzioni previste anche gli elettromedicali, come apparecchi per la misurazione della pressione, per i prodotti per l’igiene orale, come dentifrici e per la cura della persona.

Per permettere ai cittadini di denunciare eventuali abusi rimarrà sempre attivo, per tutta la durata dell’iniziativa, il numero verde 800959590. "Questa Amministrazione – ha affermato nella nota il sindaco di Palermo Diego Cammarata – ha fatto della lotta al caro-prezzi uno degli obiettivi prioritari della sua azione per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Con la seconda edizione di "Farmamica", si interviene nuovamente in un ambito, quello delle spese per il materiale farmaceutico, che incide non poco sul budget delle famiglie. Con tredici iniziative contro il carovita promosse in due anni, l’Amministrazione comunale ha assunto un ruolo propositivo per difendere il potere d’acquisto dei nostri cittadini, con il risultato importante di aver messo assieme le associazioni dei consumatori e quelle dei commercianti, che hanno deciso di lavorare su obiettivi comuni e con ottimi risultati".

"Il successo ottenuto lo scorso anno – ha aggiunto l’assessore alle Attività produttive, Eugenio Randi – ha sottolineato la validità dell’iniziativa e quindi, raccogliendo l’invito di molti cittadini, si è deciso di intervenire nuovamente nell’ ambito delle spese per i prodotti sanitari e parafarmaceutici per garantire un significativo risparmio. Potendo contare sulla particolare professionalità della categoria coinvolta, abbiamo ritenuto di tutelare non solo il potere di acquisto delle famiglie, ma anche la salute dei cittadini, offrendo una soluzione economica conveniente e qualificata da un punto di vista sanitario. "

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)