Il Garante per la Privacy ha dato il via libera agli schemi di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari da parte delle amministrazioni pubbliche, quali la Commissione di vigilanza sui fondi pensione, dal Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione, dall’Avvocatura dello Stato, dall’Ente nazionale per l’aviazione civile, dall’Agenzia spaziale italiana e dall’Istituto nazionale di astrofisica.

Con l’adozione di un proprio regolamento, conforme al parere dell’Autorità, questi organismi potranno lecitamente raccogliere, elaborare e utilizzare per le loro finalità istituzionali i dati relativi alla salute, all’etnia, alle opinioni politiche, ai carichi pendenti. I regolamenti, che individuano e rendono noto ai cittadini quali dati vengono usati e per quali fini, contengono l’indice dei trattamenti e una serie di schede articolate nelle quali sono evidenziate le finalità di rilevante interesse pubblico per trattare i dati sensibili e giudiziari, la denominazione del trattamento, la fonte normativa, i tipi di dati trattati e le operazioni eseguibili.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)