Anche per il formaggio "Stelvio" o "Stilfser", della provincia di Bolzano, è in vista la tutela comunitaria. C’è, infatti, la richiesta del riconoscimento Dop (Denominazione di origine protetta) pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Ad annunciarlo è la Cia-Confederazione italiana agricoltori la quale rileva che questo particolare prodotto, tipico del Trentino Alto Adige presto si andrà ad aggiungersi ai 151 che già caratterizzano l’agricoltura italiana come leader incontrastata in Europa in fatto di qualità e tipicità.

"Da questo momento decorre – ricorda la Cia un periodo di sei mesi per eventuali dichiarazioni di opposizione, al termine del quale la denominazione verrà definitivamente iscritta nel registro delle Dop ed Igp".

"Questo formaggio – rileva la Cia – ha mantenuto nel tempo le caratteristiche peculiari dovute all’ambiente alpino, costituito dal comprensorio montuoso dello "Stelvio-Stilfser", che rappresenta il centro di maggiore produzione, tra i 500 ed i 2000 metri di altitudine. In particolare, il nome "Stelvio" indica il comprensorio montuoso del Parco Nazionale dello Stelvio, famoso per essere meta turistica internazionale. Ogni fase del processo produttivo deve essere monitorata documentando per ognuna gli input (prodotti in entrata) e gli output (prodotti in uscita). In questo modo, e attraverso l’iscrizione in appositi elenchi, gestiti dall’organismo di controllo, degli allevatori, dei produttori, degli stagionatori e dei confezionatori, è garantita la tracciabilità e la rintracciabilità (da monte a valle della filiera di produzione) del prodotto".

La qualità e le particolari caratteristiche di questo formaggio – sostiene la Cia – sono da ricondurre principalmente alla tipica vegetazione d’alta montagna, che rappresenta la base della dieta degli animali, come anche all’accurata produzione di questo formaggio. Il formaggio "Stelvio" o "Stilfser", storicamente ottenuto nell’area delimitata dal disciplinare di produzione, ha mantenuto nel tempo le caratteristiche peculiari dovute all’ambiente alpino costituito dal comprensorio montuoso dello "Stelvio-Stilfser" che rappresenta il centro di maggiore produzione (tra 500 e 2 000 metri di altitudine). Le condizioni climatiche e pedologiche omogenee dell’area alpina altoatesina influenzano la qualità dei foraggi usati nell’alimentazione delle bovine e del formaggio ottenuto. La gestione dei prati nel rispetto dell’ambiente ha reso possibile questa ricchezza floristica.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)