E’ stata aperta ieri a Palazzo dell’Emiciclo all’Aquila, alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Marco Verticelli e del presidente del Consiglio regionale, Marino Roselli, la prima bottiglia del vino abruzzese "Colline Teramane", dopo il riconoscimento della Denominazione d’Origine Controllata e Garantita. Entra dunque ufficialmente sul mercato, con il marchio DOCG, la produzione proveniente dalla vendemmia 2003.

E’ un evento rilevante per il settore vitivinicolo abruzzese, dato che si tratta del primo riconoscimento di DOCG assegnato ad un vino della zona (in Italia sono soltanto 30 i vini fregiati con tale marchio).

"Con l’ingresso in commercio del "Colline Teramane" Docg l’Abruzzo compie un altro passo decisivo verso la qualificazione della produzione vitivinicola regionale", ha commentato l’Assessore Verticelli, "in poco più di un mese l’Abruzzo del vino ha deciso di cambiare volto, sia con la revisione del disciplinare di produzione del Montepulciano DOC, sia con l’immissione in commercio del Docg Colline Teramane che servirà da apripista all’intera produzione regionale".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)