La Giunta della regione Piemonte ha approvato per l’anno 2006 le linee di indirizzo, orientamento e priorità per la promozione dei prodotti agricoli, agroalimentari, zootecnici e biologici, che permetteranno di valorizzare le risorse agricole ed i prodotti tipici del territorio locale.

"L’agricoltura e le produzioni di qualità del nostro territorio – dichiara Mino Taricco, Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte – costituiscono una parte rilevante del sistema economico piemontese e sono dei veicoli di promozione e di valorizzazione dell’intero territorio. Di conseguenza è importante che la Regione sostenga gli interventi di valorizzazione delle produzioni agricole, che danno valore aggiunto al sistema Piemonte. "I finanziamenti concessi – prosegue Taricco – saranno finalizzati a sostenere i progetti e i programmi di valorizzazione e promozione del territorio e delle sue produzioni tipiche e verranno premianti i programmi che coinvolgeranno, in modo attivo e coordinato interi settori e territori. Vogliamo puntare a una promozione che superi la frammentarietà e la episodicità e che punti, invece, a iniziative di respiro più ampio".

La delibera della Giunta – si legge nella nota – stabilisce per l’Assessorato all’Agricoltura: la partecipazione a fiere di importanza nazionale e internazionale, come il "Vinitaly" di Verona o il Salone del Gusto di Torino; l’eventuale partecipazione, coordinata con gli altri assessorati, a campagne specifiche relative ad avvenimenti straordinari di rilevanza nazionale o internazionale; il sostegno a iniziative promozionali e pubblicitarie a favore del sistema delle 11 Enoteche Regionale e delle 26 Botteghe del Vino; l’organizzazione di "edicational tour"; l’elaborazione di progetti e iniziative che si inseriscono nel programma interregionale "Comunicazione e Educazione Alimentare" finalizzato a rendere il consumatore finale più consapevole delle proprie scelte alimentari. Per quanto concerne il sostegno ai progetti di valorizzazione dei prodotti agrioalimentari promossi da altri enti, avranno priorità i progetti a valenza regionale o quelli che coinvolgano prodotti particolarmente rappresentativi del "made in Piemonte" nel mondo. Inoltre verranno sostenuti i prodotti tutelati da Denominazioni, Marchi, Certificazioni, etichettature; i prodotti agroaliomentari tradizionali, quelli biologici e quelli ecocompatibili. Un’attenzione particolare sarà riservata anche alle azioni promozionali e pubblicitarie che contemplino accordi di filiera tra organizzazioni di produttori e gruppi della distribuzione organizzata.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)