"Il ruolo degli apicoltori italiani e la qualità del miele che viene venduto nel nostro Paese sono temi all’attenzione del Ministero della Salute". E’ questo il pensiero espresso dal senatore Cesare Cursi, sottosegretario alla Salute, che ha fatto giungere un messaggio al XXIII Convegno nazionale organizzato dalla FAI – Federazione Apicoltori Italiani, sul tema "Apicoltura senza antibiotici".

"La legge n. 313/2004 per la Disciplina dell’Apicoltura – afferma Cursisancisce un principio di rilevante importanza riconoscendo l’apicoltura come attività di interesse nazionale utile per la conservazione dell’ambiente naturale, dell’ecosistema, dell’agricoltura e della biodiversità. Un enunciato che pone l’Italia in testa alle classifiche europee e internazionali in fatto di salvaguardia e valorizzazione del comparto apistico nazionale". A seguito di quanto sta accadendo nella filiera miele, preoccupata dalla questione dei residui di antibiotici riscontrati su consistenti partite di prodotto extra-comunitario, il Ministero della Salute raccoglie, dunque, le istanze del mondo apistico e assicura la propria disponibilità ad avviare, innanzitutto, una azione informativa da indirizzare presso il mondo dei Consumatori, delle Scuole e di altri segmenti della società italiana, con il preciso intento di mettere in risalto l’eccellenza del prodotto nazionale e la utilità che dal punto di vista della salute, il miele rappresenta nella nostra alimentazione.

Il sottosegretario Cursi, inoltre, nel raccogliere le istanze emerse al convegno della FAI, ha annunciato "la convocazione di un tavolo di filiera, che affronti la delicata situazione dell’allevamento apistico e la eventuale adozione di ogni misura – legislativa o d’altra natura – attraverso la quale il difficile e prezioso operato degli Apicoltori italiani possa essere adeguatamente riconosciuto e salvaguardato".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)