"Ci auguriamo che il Consiglio dei Ministri non ceda alle pressioni di lobby molto forti e approvi oggi il Codice delle Assicurazioni, e con esso quell’indennizzo diretto che chiediamo da anni e che garantirebbe una riduzione secca delle tariffe della RC auto tra il 10 e il 12 %" è quanto ha dichiarato Giustino Trincia, vice segretario generale di Cittadinanzattiva.

"La posta in gioco è molto alta non solo per la tutela degli interessi economici dei cittadini consumatori, ma anche per il necessario superamento di quel cono d’ombra costituito dalla filiera di rapporti e di passaggi tra l’assicurato e la compagnia assicuratrice che ha contribuito non poco all’escalation delle tariffe della Rc auto in questi anni. Per il Governo – ha aggiunto Trincia – si tratta di un vero banco di prova: rinviare l’approvazione del Codice delle Assicurazioni e l’introduzione dell’indennizzo diretto, auspicato dalle Associazioni dei consumatori, dall’Antitrust e dall’Isvap, significherebbe abdicare clamorosamente alle lobby e perdere una preziosa occasione per difendere il già scricchiolante potere di acquisto di tanti consumatori e contrastare l’inflazione nel nostro Paese".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)