Con il nuovo anno è entrato in vigore il Codice delle Assicurazioni. Varato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro delle Attività Produttive Claudio Scajola, lo scorso 2 settembre, il provvedimento rivede l’intera materia attuando una significativa operazione di semplificazione e delegificazione. Principale novità è la disciplina prevista per il nuovo sistema di indennizzo diretto nella responsabilità civile autoveicoli (RCA) che, operativo entro 90 giorni dall’entrata in vigore, avrà positive ricadute sui tempi e sui costi dei risarcimenti, sulla qualità del servizio assicurativo e nel rapporto fiduciario delle imprese di assicurazione.

Il Codice si compone di 355 articoli in sostituzione e aggiornamento delle oltre 1.000 norme che regolavano il settore (compresi due Decreti Regi del ’22 e del ’25) ed ha il compito di portare avanti un riassetto, completo e duraturo, della regolazione di tutto il settore assicurativo. Non è quindi un semplice riordino normativo.

Di seguito le altre novità del Codice:

  • trasparenza nelle condizioni di contratto, con l’obbligo di scrivere in modo chiaro ed esauriente tutte le caratteristiche della polizza;
  • risarcimento del trasportato da parte dell’assicurazione del veicolo; rimborso del premio, per il periodo fino alla scadenza del contratto, in caso di vendita o furto del veicolo;
  • liquidazione dei danni provocati da veicoli rubati da parte del Fondo di garanzia per le vittime della strada;
  • più trasparenza nell’offerta di assicurazioni nei rami danni e vita;
  • istituzione di un registro unico elettronico per gli operatori del settore;
  • tempi più brevi per chi vuole avviare una nuova impresa di assicurazioni.

Per consultare il testo clicca qui.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)