Andare a votare e votare no contro una "riforma Frankenstein", perché "difendere la Costituzione che ci ha dato 60 anni di libertà e di pace è un dovere". E’ questo il doppio appello che il ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio lancia agli elettori in vista del referendum del 25 e 26 giugno, nonostante la consapevolezza che il mancato accordo "sull’election day come noi chiedevamo – spiega – stia stressando il corpo elettorale".

"Il No serve non solo a evitare un grande pasticcio – afferma il ministro – ma il no è contro una riforma Frankenstein che non sta in piedi", che allo stesso tempo è "più secessionista e più centralista", una riforma "disordinata" che " costituirebbe un danno enorme all’Italia" e che "come dicono adesso anche gli industriali – aggiunge – costerebbe trecento miliardi di euro". "No", dunque, "per evitare che l’Italia sia disastrata dallo sfascio di questa riforma".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)