La legge sul risparmio recentemente promulgata ha riscosso il generale favore del sistema bancario poiché fornisce soluzioni in grado di arrecare significativi miglioramenti all’efficienza del nostro mercato finanziario. Ad affermarlo è l’ABI che precisa: "Nell’ambito degli approfondimenti tecnici necessari per adeguarsi alla nuova normativa, il cui primo esito è stato diffuso con circolare Abi del 3 gennaio scorso, sono state esaminate in particolare le norme immediatamente operative da oggi". Nel corso delle analisi effettuate, sottolinea l’associazione bancaria, sono emersi solo tre aspetti per i quali il sistema non risulta in grado di assicurare immediata esecuzione, a causa di implicazioni tecnico-operative:

  • la prescrizione di accompagnare l’offerta al pubblico di prodotti finanziari emessi da banche con la predisposizione di un prospetto redatto sulla base dello schema emanato dalla Consob il 29 novembre scorso. Si è registrato che diverse banche stanno ancora approntando le strutture necessarie a predisporre il rilevante numero di prospetti collegati alla grande frequenza di emissioni obbligazionarie;
  • la prescrizione di fornire al cliente che acquisti titoli inizialmente collocati presso investitori istituzionali un "documento informativo" predisposto secondo lo schema indicato dalla Consob o di assicurare la garanzia di solvenza per un anno dall’emissione. Si è rilevato che non si è in grado di acquisire in tempi brevi le informazioni necessarie per gestire con sufficiente cognizione di causa l’operazione;
  • la prescrizione di estendere le modalità di gestione degli affidamenti, prevista dalla nuova formulazione dell’art. 136 del TUB, a un numero di imprese che è nel breve periodo impossibile individuare con certezza.

ABI, ritenendo insormontabili nell’immediato gli ostacoli accennati, chiede al Governo, e per esso al Ministro dell’Economia e delle Finanze, una proroga di 60 giorni per l’applicazione delle tre prescrizioni menzionate. Le descritte difficoltà operative si tradurrebbero in severi inconvenienti non solo per le banche ma anche per le imprese finanziate e gli investitori.

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)