Non ci saranno ulteriori proroghe per l’entrata in vigore di alcune norme della legge sul risparmio che entreranno in vigore, come previsto dal decreto milleproroghe, il prossimo 18 marzo. Binario morto, dunque, per il decreto ad hoc che rinvia di 120 giorni l’efficacia di alcune norme e fissa un termine di 12 mesi per la Consob per adeguarsi ai regolamenti. Il sottosegretario all’Economia Maria Teresa Armosino ha spiegato, infatti, che non ci sono i tempi necessari per convertire in legge il provvedimento licenziato dal Senato il primo febbraio che concede a banche e Autorita’ di vigilanza 120 giorni in piu’ per adeguarsi alla legge sul risparmio, in materia di obbligazioni bancarie, prodotti finanziari e assicurativi, obbligo del prospetto per le sollecitazioni all’investimento anche per i bond esteri e alla Consob un ulteriore anno per predisporre le disposizioni regolamentari e quelle di carattere generale di attuazione della riforma sulla tutela del risparmio.

Il Senato, infatti, lo scorso 1 febbraio aveva approvato con modificazioni il ddl n. 3731, di conversione del decreto-legge n. 262, recante differimento dell’efficacia di alcune norme della legge n. 262 del 2005 (tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)