La Corte d’Appello di Torino ha confermato la legittimità delle sanzioni irrogate dal Ministero dell’Economia al Sanpaolo IMI nel 2005 per oltre 1.800.000 euro per la violazione dei doveri di comportamento imposti alla banca nella vendita dei bond Cirio ai risparmiatori. Secondo il Movimento Consumatori la decisione "rappresenta un’ulteriore e definitiva conferma della generale illegittimità del comportamento tenuto dall’Istituto bancario torinese nella vendita dei bond Cirio".

"La Corte d’Appello di Torino – ha dichiarato Paolo Fiorio, coordinatore dell’Osservatorio Credito e Risparmio del Movimento Consumatori – ha accertato le seguenti gravissime violazioni da parte della banca:

  • mancata assunzione di adeguate informazioni sui rischi dei bond (il Sanpaolo ha venduto i titoli Cirio al buio senza aver diramato alle proprie filiali alcuna informazione sul rischio dell’investimento);
  • mancata informazione de risparmiatori circa i rischi connessi alle specifiche operazioni di investimento, specialmente per le operazioni concluse nel c.d. mercato grigio, ovvero prima dell’emissione dei titoli;
  • mancata segnalazione dell’esistenza di un conflitto di interessi della banca che, proprio mentre negoziava i titoli Cirio, con il ricavato delle emissioni, rientrava dei crediti concessi al gruppo di Cragnotti;
  • conclusione di operazioni non adeguate al profilo di rischio dei risparmiatori in assenza di qualsiasi informazione circa la non adeguatezza".

"Il Sanpaolo Imi – continua Lorenzo Miozzi , Presidente di MC – è uno dei pochi grandi gruppi bancari che si è rifiutato di condividere con le associazioni dei consumatori procedure di conciliazione per rimborsare i risparmiatori che hanno perso buona parte dei loro risparmi nei bond Cirio. La decisione della Corte d’Appello è un ulteriore punto di forza per i risparmiatori che si sono visti costretti ad agire in giudizio contro il Sanpaolo e che hanno già ottenuto decisioni a loro favorevoli". Il Movimento Consumatori auspica che l’istituto di credito avvii finalmente una seria procedura di conciliazione, ed invita tutti i risparmiatori interessati a rivolgersi presso le sedi dell’associazione per richiedere il risarcimento dei danni subiti

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)