Il Consiglio dei ministri ha approvato gli emendamenti al ddl risparmio. Le proposte di modifica verranno quindi depositate fra poco alla Camera, ma non si è parlato del successore di Antonio Fazio. Queste le indicazioni fornite da alcuni primi ministri al termine del vertice di governo, riunitosi oggi per la discussione sugli emendamenti del governo al provvedimento in materia di risparmio. Il premier Berlusconi ha ribadito che la riforma potrebbe essere approvata alla Camera prima di Natale. Si profila perciò il ricorso alla fiducia anche per l’approvazione di questo disegno di legge. Il ministro dei Rapporti col Parlamento ha infatti precisato che il Consiglio dei ministri di oggi ha autorizzato il Governo a porre la questione di fiducia sull’intero provvedimento di riforma del risparmio.

Tra le novità che passeranno al vaglio della Camera pare probabile che il governo pensi di introdurre un mandato a termine per il direttorio e il governatore di Bankitalia della durata di 6 anni e rinnovabili. Previsti cambiamenti anche per le norme riguardanti il falso in bilancio, viene infatti ripristinato il testo approvato dalla Camera nel 2004. Nessuna novità al momento invece sul successore di Antonio Fazio. Il nuovo governatore di Bankitalia potrebbe arrivare infatti solo dopo l’approvazione del ddl risparmio che contiene le nuove norme di nomina.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)