"Le notizie giornalistiche che in queste ore investono la Banca d’ Italia suscitano preoccupazione e ripropongono l’urgenza di una radicale svolta nelle modalità che regolano la vigilanza sul sistema bancario". E’ quanto sostiene Piero Fassino, segretario dei Democratici di Sinistra, sulla vicenda Antonveneta che lamenta la mancata approvazione da parte del Parlamento del disegno di legge che tutela i risparmiatori.

"Nel progetto di legge sulla tutela del risparmio, presentato più di due anni fa dai Ds alla Camera – osserva il segretario dei Ds – avevamo proposto la temporaneità del mandato del Governatore della Banca d’Italia, l’attribuzione dell’Antitrust della vigilanza sulla concorrenza bancaria, nonché il rafforzamento dei poteri ispettivi della Consob. Non possiamo che rammaricarci che quelle proposte, approvate in commissione, siano poi state soppresse in Aula".

"Non è mai troppo tardi per rimediare e, dunque – conclude Fassino – chiediamo una rapida e definitiva approvazione della legge sul risparmio con l’adozione di chiare e inequivoche norme che tutelino i risparmiatori, la trasparenza del sistema bancario, l’indipendenza e l’autorevolezza della Banca d’Italia".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)