A seguito dell’approvazione del Prospetto Informativo del Concordato Parmalat lo scorso 26 maggio, da parte della Consob, i risparmiatori devono chiedere la conversione del proprio credito in azioni della nuova società Parmalat. A ricordarlo è Confconsumatori che precisa: "Tale richiesta va rivolta alla Banca, sottoscrivendo il relativo modulo. Il numero di azioni da attribuire a ciascuno è frutto di una complessa operazione che le Banche eseguono nel rispetto dei commi 1 e 2 dell’art. 6 del Prospetto informativo. Non si tratta, quindi, della semplice moltiplicazione della percentuale fissata dal Commissario straordinario per ogni tipo di obbligazione acquistata".

Secondo il comma 1, sottolinea l’associazione, ai creditori nominativamente individuati (esclusi gli obbligazionisti) saranno date un numero di azioni equivalenti al prodotto tra il singolo credito ammesso e il recovery ratio della società a cui si riferisce il credito (tabella 1).

Secondo il comma 2, per i creditori titolari di obbligazioni viene eseguita un’operazione complessa partendo dal lotto minimo di ogni prestito obbligazionario, che sarà, si legge nella nota stampa:

  • moltiplicato per il coefficiente di ammissione dell’emittente (es. Parmalat Finance Corporation), e darà il credito ammesso per l’emittente;
  • moltiplicato per il coefficiente di ammissione del garante e darà il credito ammesso per il garante (Parmalat S.p.A:);
  • il credito ammesso per l’emittente viene poi moltiplicato per il recovery ratio dell’emittente; il risultato equivale alla quota di rimborso dell’emittente;
  • il credito ammesso per il garante viene poi moltiplicato per il recovery ratio del garante; il risultato equivale alla quota di rimborso del garante;
  • le quote di rimborso devono infine essere sommate tra loro e daranno il numero totale di azioni attribuite (tabella 2)

Il coefficiente di ammissione – continua Confconsumatori – corrisponde al valore nominale aumentato degli interessi sorti, ma non ancora pagati nel momento dell’apertura dell’Amministrazione Straordinaria.

In entrambi i casi, i numeri ottenuti, se non sono interi, vengono arrotondati per difetto nel caso la parte decimale sia compresa tra 01 e 50 (estremi inclusi), per eccesso negli altri casi.La banca svolge un ruolo di intermediario a cui spettano i suddetti calcoli, mentre le azioni vengono corrisposte dalla nuova società Parmalat.Il diritto di richiedere la conversione decade in cinque anni.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

Parliamone ;-)