La trasparenza dei prodotti finanziari offerti al pubblico dei risparmiatori, che secondo l’Antitrust si sarebbe dovuta rafforzare integrando il testo unico della finanza con specifiche disposizioni, è ancora lontana. A notarlo è il presidente dell’Autorità per la concorrenza, Antonio Catricalà, nel corso dell’audizione presso la commissione Finanze del Senato della Repubblica nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle questioni attinenti all’attuazione della legge 28 dicembre 2005, n. 262, recante "disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari". Per Catricalà "la via verso una comunicazione effettivamente trasparente e semplice è ancora lunga, e molto dipenderà dall’accortezza della vigilanza regolamentare". Una soluzione – ha concluso Catricalà – potrà arrivare dall’attuazione della direttiva europea Mifid (Markets in Financial Instruments Directive), "con l’attenzione di recepirne solo i principi realmente garantisti".

Per consultare il testo integrale dell’audizione clicca qui

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)