La Federconsumatori Piemonte ha stilato un decalogo per orientarsi durante il periodo delle vendite di fine stagione. "Innanzitutto – ricorda l’associazione a tutela dei consumatori – i saldi devono riguardare tassativamente i prodotti di carattere stagionale, articoli di moda ed in genere quei prodotti che siano suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo. Altri tipi di vendita con sconti non possono avere questa denominazione".

Ecco le 10 "regole d’oro" da seguire per un acquisto davvero conveniente:


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


  • Acquistate un prodotto se esiste effettivamente un bisogno, non lasciatevi abbagliare dagli sconti e dalle riduzioni;
  • Privilegiate negozi conosciuti ove vi è maggior certezza di acquistare a saldo e non un fondo di magazzino o serie fatte appositamente per le vendite a saldo con prodotti di minor qualità;
  • Se un prodotto risulta difettoso il cliente ha il diritto di esercitare la garanzia come previsto ai fini di legge (art 1519bis e seguenti del Codice Civile) anche se venduto a saldo; cartelli quali "la merce a saldo non si cambia" non hanno alcun valore quando il prodotto difettoso. In questi casi l’acquisto va provato con lo scontrino fiscale;
  • Il diritto di recesso o ripensamento può essere esercitato solo per gli acquisti fatti fuori dai locali commerciali o a distanza (acquisti porta a porta, per strada o via televisione o internet ad esempio) come previsto dal D.Lgs n.50 del 1992. Per diritto di recesso si intende che il prodotto benché funzionante non è più desiderato o gradito dal cliente. Le eventuali politiche interne simili al diritto di recesso, applicate senza obbligo da ogni singolo commerciante, pertanto possono essere revocate durante i saldi perché non obbligatorie;
  • Fate attenzione quando sono presenti nei prodotti in saldo tutte le taglie o i modelli, spesso significa che si tratta di fondi di magazzino;
  • Fate attenzione ai saldi civetta, cioè a pochi prodotti in saldo ben esposti in vetrina con l’unico scopo di attrarre il cliente all’interno del locale commerciale;
  • Ricordate che deve essere sempre indicato il prezzo originario, la percentuale di sconto ed il prezzo di vendita.
  • Comportamenti non corretti o truffe vanno denunciati alla polizia municipale, alla quale spetta l’attuazione della normativa di legge;
  • Un acquisto intelligente presuppone una verifica della qualità: fate un confronto dei prezzi su più negozi prima di decidere se è un buon affare;
  • Deve essere sempre concesso il pagamento con bancomat e carta di credito. Qualche giorno prima che inizino i saldi è bene fare una passeggiata per prendere nota dei prezzi esposti in modo da poterli confrontare con quelli in saldo.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)