"La droga ha il controllo sulla tua vita? La tua vita. La tua comunità. Non c’è posto per la droga". E’ questo il tema della campagna contro la droga dell’Unodc (l’Ufficio dell’Onu contro la droga e il crimine) che sarà lanciata oggi, in occasione della Giornata internazionale contro il consumo e il traffico illecito di droga.
Lo slogan sarà utilizzato per tre anni: nel 2007 si focalizzerà in particolare sull’abuso di droga; nel 2008 sulla coltivazione e produzione di droga e nel 2009 sul traffico illecito di droga. L’Unodc, con questa campagna di sensibilizzazione, vuole sia accrescere la consapevolezza pubblica che la questione delle droghe illecite rappresenta per la società un importante problema, sia stimolare le persone e mobilitarne il supporto.

Sempre, in occasione della Giornata mondiale contro la droga la LILA (Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids) ha scritto ai ministri Livia Turco (Ministero alla Salute) e Paolo Ferrero Ministero alla Solidarietà Sociale) per sottolineare quanto emerso nella XVIII
Conferenza Internazionale sulla rdd svoltasi a maggio a Varsavia e per stimolare un intervento significativo dei Ministeri a cui sono preposti affinché:
– siano realizzati progetti di lotta alla droga adeguati alle linee guida internazionali;
– sia promossa la petizione per l’accesso al trattamento per tutti i consumatori di sostanze per via iniettiva del mondo;
– sia concretizzato l’impegno del Governo per la cancellazione della Fini-Giovanardi, legge pericolosa e con effetti devastanti per tutti i consumatori italiani;

Per quanto concerne l’impegno del Governo per la cancellazione della Fini-Giovanardi l’on Donatella Poretti, deputata radicale della Rosa nel Pugno, segretario della Commissione Affari Sociali ha fatto sapere che la riforma della legge Fini-Giovanardi è stata calendarizzata come primo provvedimento delle commissioni Affari Sociali e Giustizia solo alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva, a settembre. Per allora saranno nominati i relatori e quindi partira’ un ciclo di audizioni.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)