Sono 26 insegnanti e oltre 2.700 studenti coinvolti negli interventi nelle scuole. Questi sono i numeri che verranno presentati oggi e domani durante il convegno "Peer education. Crescere e prevenire nella relazione", che si tiene nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Torino. L’iniziativa ha avuto il patrocino della Regione Piemonte, della Città di Torino, dell’Università degli studi di Torino, dell’Ufficio scolastico regionale del Piemonte e della Rai Segretariato Sociale.

La Peer education, letteralmente "educazione tra pari" ha permesso di attivare un processo naturale di scambio delle conoscenze tra i gruppi di giovani consentendo di realizzare un intervento di prevenzione dell’Aids e delle Mst. L’assessore provinciale all’Istruzione e Formazione professionale Umberto D’Ottavio, nel porgere il suo saluto agli studenti e insegnanti intervenuti, ha sottolineato come questo convegno sia il momento di bilancio di un progetto partito nel 1999 dalla collaborazione con l’associazione Dire AIDS e il CeSeDi (Centro Servizi Didattici).

"Un momento di verifica pubblica – ha detto l’assessore D’Ottavio – è necessario per rilanciare il progetto di peer education anche in altri ambiti". "In periodi di difficoltà per il mondo della scuola – ha aggiunto – i cambiamenti migliori sono quelli promossi dal basso, dalle esperienze concrete delle persone che lavorano in ambiente scolastico. La Provincia di Torino è ben consapevole del ruolo di supporto alle istituzioni scolastiche che la riforma del titolo quinto della Costituzione ha attribuito agli enti locali. Un ruolo che deve valorizzare l’autonomia delle realtà locali e rendere sempre più concreto il rapporto tra scuola e territorio".

Il convegno vede l’alternarsi delle relazioni degli esperti sui vari modelli di peer education e sui risultati ottenibili con il racconto delle esperienze di studenti e insegnanti direttamente coinvolti nel progetto. Nella giornata di domani, un workshop esperienziale guidato dal Gruppo Peer CeSeDi permetterà a studenti e insegnanti di proseguire l’esperienza svolta durante l’anno.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)