Ricorre domani, 1 dicembre 2005, la 18° "Giornata mondiale dell’AIDS" promossa dall’UNAIDS, con lo slogan "Fermiamo l’AIDS. Manteniamo la promessa". La Giornata di quest’anno intende richiamare tutti, in particolare coloro che ricoprono ruoli di responsabilità nel campo dell’HIV/AIDS, ad un rinnovato e consapevole impegno nel prevenire durevolmente la diffusione di questa pandemia e all’assistere i malati, specialmente nei paesi poveri, per arginare ed invertire la tendenza alla crescita dell’estendersi del contagio da HIV/AIDS.

Secondo il rapporto sull’epidemia dell’Aids emesso recentemente dal Programma dell’Onu per la lotta all’Aids (Onusida) e dalla WHO, sebbene il tasso di infezione del virus HIV dei Paesi caraibici e della minoranza dei Paesi africani si sia ridotto, la tendenza generale alla diffusione dell’AIDS è ancora molto grave.

L’Istituto Superiore di Sanità, in occasione della Giornata Mondiale per la lotta contro l’AIDS, attiverà il telefono verde già dalle 10.00 e fino alle 18.00. Ancora una volta un’iniziativa che testimonia l’impegno dell’ISS contro la malattia. Per il primo dicembre i cittadini avranno a disposizione un’intera giornata per ricevere informazioni sull’infezione da HIV e sull’Aids. Il telefono verde dell’Istituto Superiore di Sanità (800-861061), infatti, celebra la Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, prolungando il suo normale orario per rispondere alle domande dei cittadini già dalla prima mattina. Il servizio, abitualmente attivo dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 18, sarà invece operativo già a partire dalle ore 10.00 del mattino. Un’opportunità in più, anonima e gratuita, per quanti vogliono sapere come e dove effettuare il test, conoscere meglio la malattia e i suoi effetti, e soprattutto imparare a conviverci bene.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)