Diversi consumatori hanno segnalato ad Altroconsumo la non disponibilità in farmacia del Co-efferalgan, farmaco usato nella terapia del dolore, passato in fascia A (solo nella specialità in compresse) dagli inizi dell’anno, dunque rimborsato dal servizio sanitario nazionale per il dolore da cancro e da malattie degenerative. Nonostante l’intervento dell’ AIFA (l’Agenzia italiana del farmaco) che autorizzava l’importazione del farmaco dalla Francia, e lo scorso 10 novembre dava il Co-efferalgan "nuovamente disponibile gratuitamente per i malati", i consumatori continuavano a segnalare il problema; Altroconsumo ha dunque svolto un’inchiesta sul campo in 9 città italiane.

I risultati denotano un grave problema di distribuzione: in quella data solo 1 farmacia su 80 aveva il farmaco. Ancora più grave: 3 farmacie su 4 hanno proposto la vendita della versione del farmaco in compresse affervescenti, ancora in fascia C, che costa il doppio al consumatore. Ieri, 15 novembre, questa è la situazione fotografata dall’associazione indipendente di consumatori: a Napoli e Cagliari il farmaco è ancora introvabile. A Genova, Roma, Bologna il 30% delle farmacie visitate non ha ancora il farmaco in disponibilità. A Milano, Firenze, Palermo e Torino invece il farmaco è facilmente disponibile. E’ preoccupante constatare che nel complesso il 38% delle farmacie non dispone ancora del farmaco Co-efferalgan, largamente utilizzato per la terapia del dolore. Il quadro che ci è offerto dalle grandi città italiane dove il sistema distributivo dovrebbe essere meno problematico, è sconfortante.Altroconsumo ritiene urgente l’apertura di un’indagine parlamentare per conoscere la cause che detrminano la non reperibilità di un farmaco che si trova in fascia A.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)