Fine giugno all’insegna del caldo: più di 6 mila le chiamate al servizio di informazione 1500 "Estate sicura 2008. Vincere il caldo", attivato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.. Lo riferisce il Ministero in una nota. A rivolgersi al servizio di informazione soprattutto donne (il 60%) e persone over 65 (oltre il 30%), soprattutto da Lazio, Lombardia, Campania e Toscana.

Nei primi cinque giorni di attivazione: il 25% ha usufruito del servizio per conoscere i comportamenti corretti da seguire con questo cadlo eccessivo per evitare qualsiasi rischio per sé e per i propri cari ; il 30% si è informato sulle previsioni delle ondate di calore fornite dal Sistema nazionale di sorveglianza della Protezione civile; il 15% ha richiesto servizi sul territorio come l’assistenza domiciliare.

Per quel che riguarda la categoria delle persone "fragili", hanno chiamato genitori preoccupati dei propri bambini (20%) e persone affette da malattie croniche come cardiopatie e diabete (10%). Inoltre, sul sito del ministero della Salute sono consultabili raccomandazioni e consigli per affrontare il caldo.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)