Ridurre gli esperimenti sugli animali: è questo l’obbiettivo di un accordo firmato dalla Commissione europea con un gruppo di associazioni che rappresentano aziende farmaceutiche, chimiche, biotecnologiche e cosmetiche. L’iniziativa è stata denominata "Dichiarazione delle 3 R" e prevede un partnenariato europeo con l’obbiettivo di "rivedere, ridurre e rimpiazzare l’uso di animali utilizzati quali cavie nel settore industriale".

"Per ora puntiamo ad una limitazione progressiva di questo tipo di esperimenti, ma a lungo termine puntiamo a mettervi completamente fine", ha annunciato il commissario europeo all’industria Guenter Verheugen, secondo il quale "la definizione di nuovi metodi permette di ridurre i test sugli animali, ma anche di migliorare la competitività delle aziende europee".

L’intesa prevede che, nei primi tre mesi del prossimo anno, un gruppo di lavoro preparerà un programma d’azione per promuovere metodi alternativi. La Commissione ha reso noto che nel 2002, ultimo anno di cui dispone di dati, 10,7 milioni di animali sono stati utilizzati per fare esperimenti, di cui oltre la metà per ricerche di medicinali destinati agli esseri umani.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)