Il Ministero della Salute illustrerà per il prossimo 10 gennaio, presso l’Auditorium del Ministero a Lungotevere Ripa durante un Convegno a cura del Centro di controllo delle malattie, i risultati di un’indagine condotta nel 2005 sull’applicazione della normativa anti fumo.
La legge è stata applicata correttamente? Quali sono i suoi punti deboli? Cosa pensano i cittadini? Quali sono gli effetti sull’abitudine al fumo dei fumatori? Quali le conseguenze sulla salute? Queste le principali domande a cui si tenterà di dare una risposta.

La tavola rotonda consentirà inoltre di riflettere sui risultati del testo normativo che ha riscosso grande interesse a livello internazionale. Sia la stampa che le istituzioni politiche e scientifiche di diversi paesi esteri hanno infatti spesso citato la nostra legge quale esempio di efficace intervento di salute pubblica a fronte di una delle emergenze sanitarie più gravi nel mondo.

Anche se preceduti da Irlanda e Malta, l’Italia è il primo grande paese d’Europa ad aver esteso il divieto di fumare a tutti i locali chiusi. La normativa italiana in difesa dei non fumatori è stata illustrata a maggio a Parigi durante un incontro dei referenti europei dell’OMS per il controllo tabagismo. La strategia italiana, presentata a novembre a Barcellona nel corso del "Forum EUROMED Salute" promosso dal Governo Catalano e dalla Commissione Europea, ha rappresentato un punto di riferimento per la Spagna ed ha favorito l’approvazione della normativa spagnola sul fumo che entrerà in vigore il primo gennaio 2006.

 

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)