Nel corso del VII Convegno Interdisciplinare sullo Scompenso Cardiaco, in programma a Genova da domani, 27 al 28 gennaio presso il Centro Congressi dei Magazzini del Cotone, oltre 250 medici si propongono di fare il punto sullo stato di questa malattia negli anziani. Particolare attenzione verrà dedicata pazienti che potranno usufruire della nuova versione del sito www.scompensocardioacoliguria.org (1200 contatti nel 2005) in cui sono presentate le 10 regole d’oro da seguire per combattere lo scompenso cardiaco. Inoltre previste in calendario: le "olimpiadi dei casi clinici" che vedranno gruppi di specialisti correre contro il tempo per elaborare il più velocemente possibile le diagnosi corrette e focus sulle ultime novità tecnologiche.

"Il Congresso Interdisciplinare sullo Scompenso Cardiaco, ormai arrivato al settimo anno di attività – afferma il Prof Bellotti Primario di Cardiologia dell’ospedale San Paolo di Savona ed organizzatore del convegno – si è proposto di rompere le paratie stagne esistenti tra cardiologi, internisti e medici di medicina generale all’insegna della costruzione di un percorso coordinato costituito da prevenzione, terapia e riabilitazione per la cura dello scompenso cardiaco. Quest’anno il congresso si focalizza sullo scompenso cardiaco nell’anziano ad ideale chiusura di un ciclo che, partito con l’obiettivo di aggiornare i medici arriva oggi a coinvolgere direttamente i pazienti. La soglia di attenzione ed il livello di approfondimento delle problematiche connesse alla malattia continueranno comunque ad essere molto elevati, come dimostra il nostro impegno a ripetere questo importante appuntamento di confronto sia l’anno prossimo che in futuro."

Lo scompenso cardiaco ha la sua maggiore incidenza a partire dagli ultra 65enni (5%) fino a raggiungere percentuali allarmanti tra gli 80 e i 90enni (fino a 12%) e si configura quindi come un problema di sanità pubblica la cui importanza è destinata ad aumentare nei prossimi anni a causa del processo di invecchiamento che interessa l’intero pianeta con crescita esponenziale degli ultra ottantenni.

La patologia è caratterizzata da un’alta percentuale dei decessi. E’ stato calcolato che la mortalità delle persone affette da questa patologia è 6/7 volte maggiore rispetto a quella della popolazione di uguale età ma non colpita da questa malattia.

In pratica secondo gli esperti si parla di scompenso o insufficienza cardiaca quando il cuore, perde la capacità di far circolare il sangue per fornire al corpo ossigeno e nutrimenti. Deriva da malattie cardiache o dell’organismo che riducono la capacità del cuore di riempirsi e svuotarsi. Nello sforzo di spingere un maggiore quantitativo di sangue, i ventricoli si ingrossano e si dilatano, perdendo progressivamente forza. Nello stesso tempo l’organismo attiva dei riflessi attraverso il sistema nervoso e gli ormoni, per consentire al cuore di battere più velocemente e con più forza: se la causa iniziale di scompenso non può essere curata, questi meccanismi, col tempo, peggiorano la condizioni del cuore e più in generale dell’organismo.

Principali cause dell’insorgere dello scompenso cardiaco sono ad esempio l’infarto e le altre malattie delle coronarie, ma anche altre malattie dell’organismo come l’ipertensione arteriosa e il diabete. Per quanto riguarda le novità tecnologiche nella giornata di venerdì 28 gennaio verrà illustrata dal vivo l’ecocardiografia tridimensionale, con l’ausilio della tecnica TomTec, impiegata nello studio di resincronizzazione ventricolare (CRT) che permette di studiare simultaneamente, durante l’intero ciclo cardiaco, le aree di disincronia attraverso le curve di analisi relative fino alla ricostruzione 3D dell’intero ventricolo sinistro.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)