La Asl di Frosinone rifiuta, da mesi, di somministrare ad un paziente affetto dalla malattia di Fabry il Replagal, un farmaco essenziale per la sua cura. La malattia di Fabry, infatti, è un’anomalia congenita del metabolismo degli sfingolipidi, un’insufficienza enzimatica che si cura con agalsidasi alfa come il Replagal. A denunciare il grave comportamento della Asl di Frosinone sono la Federconsumatori e l’Associazione "Giuseppe Dossetti" che hanno accolto la segnalazione del paziente ed intendono assisterlo affinché sia tutelato il suo diritto alla salute.

"Questa situazione appare ancora più inverosimile – precisano le due Associazioni – dopo la recente inchiesta della Guardia di Finanza, che ha evidenziato una maxi truffa in cui ci sono medici che avevano a carico pazienti defunti, con un danno erariale di 10 milioni di euro. Paradossale il comportamento della Direzione della Asl di Frosinone che per risanare i conti rifiuta il Replagal, prescritto nell’ambito di un piano terapeutico dell’Università La Sapienza di Roma".

Le Associazioni chiedono un intervento urgente alla presidente della Regione Lazio Renata Polverini per garantire a questo malato un farmaco vitale, regolarmente prescritto nelle altre Asl del Lazio e porre fine a un’odiosa discriminazione che lede il diritto alla salute di un giovane cittadino laziale.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)