Secondo uno studio, condotto su un campione di 110 ricerche, apparso sulle pagine della rivista medica "Lancet" le cosiddette cure dolci dell’omeopatia non hanno più effetto di un placebo. A mettere sotto la lente gli studi sull’omeopatia, che segue il principio di "trattare il simile con il simile", è un gruppo di ricercatori svizzeri e britannici.

Secondo Matthias Egger dell’università di Berna: "Non ci sono prove che dimostrano che l’omeopatia e’ più efficace di un placebo". Il team di ricerca ha esaminato più di cento ricerche che confrontavano l’effetto di omeopatia contro placebo con altrettante relative a medicine convenzionali per curare gli stessi disturbi o malattie.

Sono stati esaminati, fra gli altri, trattamenti per asma, allergie e problemi muscolari. E’ emerso che, nelle ricerche più vaste e di maggior qualità, non si è trovata la prova che l’omeopatia funziona più di un placebo. ”Ottimi studi su vasta scala relativi all’omeopatia non hanno mostrato una differenza tra il placebo e i rimedi in esame, mentre nel caso della medicina convenzionale questo accade – precisa Egger -; certo, qualcuno dice di sentirsi meglio dopo essersi curato con rimedi omeopatici, ma il merito va all’intera esperienza di una terapia che dedica molto tempo e molta attenzione al paziente. Non ha nulla a che fare, insomma – sostiene Egger – con il contenuto della pillola”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)