Ottanta le domande pervenute alla Direzione sanità pubblica della Regione Piemonte per il bando di concorso "Scuola sicura", che si è chiuso lo scorso 14 aprile. A presentare le richieste di partecipazione sono state reti di scuole (ogni gruppo doveva essere costituito almeno da tre istituti) di tutte le province piemontesi.

Il bando era destinato al sostegno di iniziative nel campo della promozione della cultura, della prevenzione e della sicurezza. L’iniziativa dell’assessorato tutela della salute e sanità è stata promossa in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e con la direzione dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL), con l’obiettivo di promuovere percorsi educativi e formativi sulle tematiche della prevenzione e della sicurezza da realizzarsi in collaborazione con diversi soggetti, presenti a livello locale (SPreSAL,
118, WWF, enti locali, associazioni di volontariato).

I progetti presentati prevedono principalmente lo svolgimento di attività dirette a mettere in evidenza i rischi presenti nell’ambiente scolastico e domestico, all’assunzione di comportamenti responsabili di fronte ai pericoli esistenti, alla sperimentazione di corrette modalità di gestione
delle emergenze, alle procedure di primo soccorso in caso di infortunio e ai rischi connessi con la mobilità urbana e il traffico. In alcune proposte è stata centrale l’attenzione ai rischi connessi con gli stili di vita che riguardano tendenze sociali e comportamenti diffusi tra i giovani e giovanissimi, talvolta tralasciati dagli educatori e dalle famiglie per un senso di inadeguatezza verso la problematica, come l’abuso di sostanze, il bullismo, i riti di iniziazione.

La Commissione tecnica, composta da tecnici del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR), dell’INAIL e da funzionari regionali, è al lavoro per valutare le domande in relazione ai criteri fissati dal Bando e specificati dalla Commissione tecnica stessa, tra cui le metodologie, le tipologie didattico-formative adottate, il numero di classi effettivamente coinvolte nei progetti e la capacità di attivare sinergie con diversi soggetti che operano nel campo della prevenzione e della sicurezza.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)