L’ombrellone non basta ad assicurare una completa protezione dai raggi Uv. E’ quanto emerso da una recente ricerca dell’IBIMET del CNR, promossa dalla Commissione Difesa Vista. La ricetta vincente è un mix di prevenzione e attenzione: cappello, occhiali da sole e crema protettiva, per non correre inutili rischi. Gli occhi – ammonisce la Commissione Difesa Vista – vanno protetti fin dall’infanzia ma, ad oggi, solo una piccola percentuale dei bambini dai 4 ai 10 anni porta gli occhiali da sole.

Molte mamme, infatti, pensano a proteggere la pelle dei loro figli con creme apposite (un’abitudine per altro importantissima), ma tralasciano gli occhiali da sole, senza sapere che un occhio non protetto da piccoli, può causare disturbi, anche molto seri, da adulti. "Le radiazioni solari infatti – afferma Flavio Paratore, medico oculista del Dipartimento di Oftalmologia e Scienza della Visione dell’Ospedale San Raffaele di Milano e consulente Commissione Difesa Vista – sono responsabili del precoce invecchiamento del nostro organismo, sia della pelle sia degli occhi: danneggiano progressivamente il cristallino, aumentando il rischio di cataratta, provocano danni anche alla retina e sono una concausa della degenerazione maculare".

E non solo. "I danni da raggi UV sono danni a lungo termine – spiega ancora la Professoressa Maria Antonietta Blasi, Clinica Oculista Università de L’Aquila e consulente CDV – ovvero il risultato di effetti dannosi che si sono accumulati nel tempo. Molte patologie oculari sono causate da danni subiti fin da piccoli. La cataratta ad esempio, giusto per citarne uno: nella maggior parte dei casi si tratta del risultato di un danno subito prima dei 30 anni".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)