Il tumore al seno costituisce il 27,6% di tutti i casi di tumore diagnosticati e, nel nostro Paese nel 2002, ha determinato 31.960 casi e 11.546 decessi. E’ quanto rileva l’indagine conoscitiva sulle "Iniziative di prevenzione del tabagismo e del tumore al seno in Italia", oggi presentata a Roma, condotta dalla commissione Igiene e Sanità del Senato.

Secondo la ricerca in Europa sono 250mila le donne cui viene diagnosticato un tumore al seno: di queste 94mila non sopravvive. In Italia la percentuale di sopravvivenza è intorno all’81%. Ogni anno ci sono 33 mila nuovi casi. La relatrice Laura Bianconi (Fi) ha sottolineato, nel corso della presentazione dei dati, come la prevenzione sia praticata in modo non uniforme sul territorio italiano: "il 73% delle donne che lo effettuano in Liguria e il 24% in Sicilia".

A fronte di questi dati, l’indagine indica una serie di interventi e di obiettivi da realizzare quali, la promozione di una dieta bilanciata, l’auto-palpazione, la promozione dell’allattamento al seno, la reintroduzione nei Lea del linfodrenaggio post operatorio, e campagne di informazione mirate. Tra gli interventi suggeriti, la ricerca sottolinea la necessità di destinare maggiori risorse alla ricerca, promuovere la prevenzione, migliorare la qualità della vita, effettuare subito la ricostruzione e una migliore distribuzione dei servizi per la riabilitazione; ritorno al lavoro.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)