"Gli eventi catastrofici come terremoti, bombe, attentati, eccetera, possono provocare negli individui coinvolti effetti di lunga durata mettendo a dura prova la capacità di reazione e di adattamento, per cui occorre prestare la massima attenzione ai problemi di ordine psichiatrico-psicologico che possono manifestarsi sulle popolazioni colpite. Per tale motivo, il presidente del Consiglio dei ministri ha emanato una direttiva, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 20 agosto scorso, con la quale ha stabilito i criteri di massima sugli interventi psico-sociali da attuare nelle catastrofi. Le Regioni dovranno costituire equipe per il supporto psico-sociale delle popolazioni colpite da calamità. A dare rilievo al provvedimento del Governo è l’UNC, Unione Nazionale Consumatori che ricorda: "L’equipe deve poter:

  • consentire la realizzazione delle manovre prioritarie per la sopravvivenza fisica dei destinatari dell’intervento e provvedere alla tutela della salute psichica attraverso l’attivazione di tutte le risorse personali e comunitarie;
  • garantire, oltre alla raccolta delle domande di aiuto spontanee, processi di identificazione attiva dei bisogni;
  • mettere in atto le iniziative di supporto in modo coordinato con le altre azioni previste ed attivate nella catena dei soccorsi sanitari, al fine di evitare sovrapposizioni e potenziali conflitti;
  • incentivare i processi di autodeterminazione, riconoscendo ad ogni destinatario dell’intervento il diritto di operare scelte consapevoli relativamente alla propria salute;
  • tutelare la dignità ed il rispetto della persona in tutte le azioni di soccorso".

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)