L’indagine Swg presentata in occasione della campagna nazionale di informazione sui vaccini della Federazione Italiana Medici Pediatri e del Comitato nazionale per la Biosicurezza e le Biotecnologie hanno messo in evidenza un aspetto finora poco considerato: i vaccini consigliati per i bambini comportano spesso una spesa troppo elevata a danno delle famiglie.

Il Moige, Movimento Italiano Genitori, si è fatto portavoce di questo disagio. «È significativo che l’85% delle madri chieda alle Regioni stanziamenti più consistenti affinché tutti i bimbi possano fare le vaccinazioni raccomandate. Questo dato, unito a quelli che confermano una forte sensibilità dei genitori verso la prevenzione, indica una difficoltà inequivocabile delle famiglie di fronte alle elevate richieste di spesa per alcuni vaccini raccomandati», ha detto Maria Rita Munizzi, presidente nazionale del Moige. «Nel caso delle vaccinazioni antimeningite ad esempio», ha aggiunto la Munizzi, «le spese possono arrivare fino a 500 euro, e questo crea inevitabilmente delle discriminazioni tra bambini ricchi e bambini poveri». Il Moige lancia quiandi un appello affinché tutte le Regioni rendano al più presto gratuito l’accesso alla prevenzione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela