Chi si sottopone a trattamenti in ospedale deve essere informato sui rischi e sui possibili effetti collaterali dei medesimi. Il medico che omette di farlo – ricorda il Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU) richiamando una sentenza della Corte di Cassazione – può andare soggetto a una citazione per danni, anche qualora esegua correttamente il trattamento. Il sanitario è esonerato dalla responsabilità per eventuali conseguenze del suo operato, sempre inteso che sia stato posto in essere correttamente e secondo le tecniche in uso, solo se munito del consenso informato da parte del paziente stesso.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)