"Grazie alla disponibilità del governo Berlusconi, il Piemonte si vedrà aumentare il fondo sanitario per il 2006 di 100 milioni di euro. Ora la Giunta non ha più scuse per sopprimere il ticket come aveva promesso in campagna elettorale". Così Enzo Ghigo, capogruppo di Forza Italia in Regione, rimarca l’accresciuto impegno del governo a favore della sanità.
"Dal 2000 al 2005 – dice – i fondi per il servizio sanitario nazionale sono aumentati di 26 miliardi di euro, portando l’Italia ai livelli dei più avanzati Paesi europei, quanto a spesa sanitaria per abitante. Inoltre, tramite il nuovo prontuario farmaceutico, il governo ha deciso la gratuità di altri 500 farmaci e ulteriori sconti sui medicinali di uso comune".

Secondo il capogruppo azzurro la Giunta Bresso "dopo aver promesso di abolire il ticket, ora si limita ad innalzare il limite del reddito per ottenere l’esenzione, che produrrà un minore incasso per la Regione di 3,5 milioni di euro. In pratica, la Regione spende in questa direzione appena il 3 % dei soldi in più ottenuti dallo Stato. Ciò dimostra che è una misura insignificante, ben lontana dagli impegni che Bresso ha assunto davanti agli elettori. Per tralasciare, poi, che non è stato fatto nulla per le liste d’attesa, per elevare la qualità dei servizi, per investire su strutture ospedaliere e ricerca. Tutti punti contenuti nel programma della candidata Bresso, che a quasi un anno dalle elezioni sono ancora lettera morta".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)