A settembre si torna sui banchi di scuola. I primi a rientrare in classe, l’11 settembre, saranno gli studenti di Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Molise, Piemonte, Veneto e provincia autonoma di Bolzano, seguiti nei giorni successivi dai ragazzi delle altre regioni. Per ultimi gli alunni dell’Emilia-Romagna per i quali il primo giorno di scuola sarà il 19 settembre. Le lezioni si concluderanno per tutti tra l’8 e il 16 giugno 2007.

Un ritorno a scuola ricco di sorprese, soprattutto gli studenti dell’istruzione secondaria superiore. Lo scorso 4 agosto, il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato uno schema di disegno di legge che modifica la disciplina relativa agli esami di Stato. La norma reintroduce l’ammissione agli esami di Stato che era stata abrogata nel 1999 e ridefinisce la composizione delle commissioni esaminatrici, che saranno composte per metà da membri interni e per l’altra metà da membri esterni. Novità per gli studenti degli istituti tecnici e professionali, per i quali la seconda prova potrà riguardare attività in laboratorio da svolgersi anche in più giorni.

Novità anche in tema di punteggio di valutazione finale: il credito scolastico passerà da 20 a 25 punti; il colloquio scenderà da 35 a 30 punti, mentre per i candidati esterni, il loro numero non potrà superare il 50% dei candidati interni, fermo restando il limite numerico di 35. Presso ciascuna istituzione scolastica potrà essere costituita un’apposita commissione per i soli candidati esterni.

La norma prevede inoltre per i candidati extracomunitari, che non abbiano frequentato l’ultimo anno di corso di istruzione secondaria superiore, potranno sostenere l’esame di Stato in qualità di candidati esterni.

Tra le iniziative del Ministero dell’Istruzione per il nuovo anno scolastico, lo scorso 24 luglio il dicastero ha assegnato 155 milioni di euro in borse di studio alle famiglie meno abbienti e 103 milioni e 291 mila euro alle Amministrazioni locali per la fornitura gratuita dei libri di testo agli alunni delle scuole medie e superiori.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)