"Decaloghi per il miglioramento del rapporto prezzo-qualità di 9 prodotti alimentari: latte, passata di pomodoro, pomodoro da insalata, formaggi duri vaccini, olio extra-vergine d’oliva, frutta da bere, pasta secca di semola, bistecca, mela". È questo il titolo dell’iniziativa promossa da Confconsumatori e presentata oggi nell”ambito della Consumers’Week, la prima settimana di dialogo tra aziende e associazioni dei consumatori promossa da Consumers’ Forum.

I decaloghi, che contengono una serie di indicazioni frutto dell’indagine condotta su 325 marche di 9 prodotti di largo consumo, per capirne la qualità e comunicarla meglio, si rivolgono sia ai consumatori finali che alle aziende. L’obiettivo è, infatti, da un lato quello di fornire ai consumatori uno strumento adeguato per orientare le proprie scelte; dall’altro quello di proporre alle aziende regole la cui adozione porterebbe al miglioramento del rapporto qualità/prezzo mediante il riequilibrio del rapporto costi/prezzi fra i soggetti dalla filiera: dalla produzione agricola alla trasformazione industriale, alla distribuzione al consumatore.

"Confconsumatori si propone come interlocutore delle imprese che vogliano migliorare il rapporto qualità-prezzo del proprio prodotto, sottoponendo loro le proposte nate dall’indagine compiuta e dai questionari somministrati a migliaia di consumatori – spiega Mara Colla, Presidente di Confconsumatori – Chiediamo alle aziende interessate, dalla produzione primaria alla distribuzione, di discutere e di adottare volontariamente i 9 Decaloghi, promuovendo best practices. Un’impresa che arricchisce le caratteristiche qualitative del proprio prodotto e comunica con il consumatore in modo trasparente e friendly non aumenta necessariamente i costi, ma accresce sicuramente la propria affidabilità e ne può trarre un vantaggio competitivo".

Ciascun decalogo analizza un prodotto e suggerisce modalità per migliorare la comunicazione quanto alla confezione (materiali e riciclabilità), alle sostanze nutritive e agli ingredienti, all’etichettatura e all’informazione diretta al consumatore, alla tracciabilità della filiera realmente comprensibile al consumatore, al sistema distributivo che evidenzi in modo chiaro al consumatore la diversa qualità dei prodotti, alla trasparenza della formazione del prezzo, all’indipendenza e alla terzietà degli enti certificatori a garanzia del consumatore.

Per i consumatori, l’associazione metterà presto a disposizione on-line la comparazione compiuta sul latte e i decaloghi, con la possibilità di scaricarli dal sito www.confconsumatori.it e attiverà entro la fine dell’anno un call-center, per offrire un servizio informativo personalizzato.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)