C’era anche un polipo congelato nel 2004 con l’etichetta falsificata fra le diciassette tonnellate di pesce, frutti di mare e altri prodotti alimentari scaduti o in cattivo stato di conservazione, dunque non commestibili, sequestrati a Napoli dalla Guardia Costiera in un deposito di Casoria. Ammonta ad alcune centinaia di migliaia di euro il valore della merce sequestrata. Oltre al pesce proveniente dalla Thailandia, a mitili e prodotti come patate e latticini che non erano commestibili, sono state sequestrate migliaia di etichette contraffatte. Una ventina di persone sono state segnalate alla magistratura. Frode in commercio e vendita di prodotto in cattivo stato di conservazione sono fra le accuse mosse al titolare della ditta che gestisce il deposito, che è stato denunciato.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)