La Giunta della Regione Veneto, su proposta dell’Assessore alla Tutela del Consumatore, Sicurezza Alimentare e Servizi Veterinari, Elena Donazzan, in collaborazione con gli Assessori alle Politiche Agricole, Luca Zaia e alle Politiche Sanitarie, Flavio Tosi, ha approvato il provvedimento per la definizione delle linee guida d’applicazione regionale del regolamento del Parlamento Europeo relativo ai requisiti per l’igiene dei mangimi.

"L’obiettivo principale della nuova norma, che si affianca ai nuovi regolamenti comunitari del "pacchetto igiene", – precisa l’Assessore Donazzan – è di garantire la sicurezza dei mangimi e, secondo il principio di qualità "dal campo alla tavola", raggiungere un livello più elevato di protezione del consumatore nel contesto della sicurezza alimentare. E per garantire la sicurezza lungo l’intera filiera alimentare – aggiunge la Donazzan – vengono, per la prima volta, coinvolti anche gli operatori del settore primario (coltivatori), oltre a tutti gli operatori della filiera (trasportatori, stoccatori, mulini, essiccatori etc.) precedentemente non interessati nei processi di sicurezza alimentare. Infatti, per avere alimenti di origine animale sicuri, si deve partire da alimenti sicuri per animali".

Il nuovo regolamento comunitario definisce la registrazione e il riconoscimento delle imprese della filiera dei mangimi quale elemento essenziale e imprescindibile per garantire la tracciabilità e rintracciabilità di filiera e prevede l’adozione e l’applicazione di norme igieniche basate sulle "Buone Pratiche di Lavorazione" o sull’applicazione del sistema HACCP, a seconda della diversa tipologia dell’operatore.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)