Una prova pratica per conseguire il patentino per i ciclomotori, da affiancare al test di teoria che attualmente rappresenta l’ unico ‘scoglio’ per milioni di giovani aspiranti centauri. E’ questa la richiesta di Aci e Ancma (Associazione nazionale dei costruttori di motocicli aderente a Confindustria) alla luce di numeri che, per i ciclomotori, parlano di quasi 42.000 incidenti con oltre 380 morti e 40.000 feriti ogni anno.

Proprio all’ individuazione di un modello di prova pratica è finalizzato il progetto che le due associazioni hanno presentato oggi a Vallelunga (Roma), dove i tecnici e gli istruttori del Centro di Guida Sicura Aci-Sara hanno contribuito a tracciare un percorso di esame replicabile nelle aree esterne degli istituti scolastici definendo modalità e test della prova. La sperimentazione "persegue gli obiettivi previsti nella specifica autorizzazione del ministero dell’ Istruzione, con benefici diretti per le scuole e per gli studenti. Alle prime viene consentito di acquisire le competenze utili per potere organizzare autonomamente le prove pratiche di guida del veicolo. I ragazzi, invece, completano la propria formazione con nozioni teoriche sul Codice della Strada e pratiche sulle corrette tecniche di conduzione del veicolo".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)