Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) giudica uno spreco di risorse pubbliche il nuovo servizio "SMS CONSUMATORI" annunciato oggi dal Ministro delle politiche agricole Alemanno.

I dati che il nuovo servizio dovrebbe fornire in realtà sono in parte già presenti e disponibili sul sito del Ministero delle Attività produttive www.maposserva.it (prezzi all’origine e prezzi all’ingrosso).

La novità sarebbe invece costituita dalla rilevazione dei prezzi al dettaglio in ben 176 punti vendita! L’esiguità delle rilevazioni da sola mette in ridicolo il servizio: ci saranno in pratica 2-3 punti di rilevazioni nelle regioni piccole e 10-12 in quelle più grandi.

L’Istat, che le associazioni di consumatori in maniera compatta hanno contestato severamente, ha migliaia di punti di rilevazione e non riesce a dare una rappresentazione reale della dinamica dei prezzi che quotidianamente le famiglie devono sostenere.

Il Ministero delle politiche agricole risolve tutto con 176 punti di rilevazione!

"E’ solo uno spot elettorale – dichiara Antonio Longo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) – L’iniziativa dal punto di vista scientifico e della credibilità fa sorridere; dal punto di vista della gestione del denaro pubblico merita l’attenzione della Corte dei conti, perché si tratta essenzialmente di una replica dei vari Osservatori già esistenti, dall’ISMEA dello stesso Ministero delle politiche agricole all’Osservatorio prezzi realizzato dal Ministero della attività produttive. Nulla viene detto infine sulla professionalità dei 44 rilevatori. Chiederemo l’accesso agli atti per capire qualcosa di più e se rileveremo profili di illegittimità li segnaleremo".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)