Dopo i garofani e le rose, i crisantemi sono i fiori più coltivati in Italia dove è presente una ampia gamma di offerte diverse per forma, colore, grandezza e soprattutto prezzo, tra le quali è possibile scegliere facendo buoni affari e senza cadere nelle trappole del mercato. E’ quanto afferma Coldiretti nel sottolineare che il legame del fiore a una delle tradizioni più radicate e amate dagli italiani non deve impedire di fare scelte consapevoli.

Secondo la Cia la ricorrenza fa lievitare ad arte i prezzi dei fiori. Dal campo al mercato al consumo -sottolinea la Cia- i prezzi dei crisantemi lievitano anche di oltre il 1000 per cento, visto che al dettaglio le quotazioni variano da 1,5 euro a 4/5 euro per un fiore reciso, mentre un vaso arriva anche a 12/15 euro. I listini praticati dal produttore sono molto più bassi: a seconda delle varietà, il prezzo va da 0,30 a 0,80 euro per i singoli steli. La Cia, quindi, invita i consumatori a fare acquisti consapevoli, cercando di evitare quegli speculatori che approfittano della commemorazione dei defunti per fare affari sulle spalle di chi si appresta a ricordare un caro scomparso.

Per approfondimenti: Quasi quasi… muoio a Roma

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)